Progetti di ricerca

L'intervista connessa: l'uso del web nella ricerca sociale

Tipologia finanziamento Istituzionale

Ambito disciplinare Sociologia

Ente Finanziatore ATENEO - Attività di Ricerca Istituzionali (EX 60%)

Data avvio: 30 September 2013

Data termine: 30 September 2016

Durata:

Abstract:

Il progetto si propone di sondare i possibili utilizzi di chat e mail per condurre interviste in profondità anonime che hanno per oggetto argomenti particolarmente sensibili. La letteratura esistente ha già esplorato alcuni impieghi di tali strumenti (Meho, 2006; Hunt, McHale 2007; McCoyd, Kerson 2006) riflettendo su numerose esperienze condotte in campo psicologico e medico sopratutto in aree relative al disagio fisico o psicologico (Robinson, West 1992; Ferriter 1993).
Partendo dai concetti di "visual anonymity", "self-disclosure" (Qian, Scott 2007; Suler 2004; Joinson 2001) e di "hyperpersonal CMC" (Walther 1996), il ricorso a dialoghi mediati dal computer consente di costruire setting favorevoli al dispiegarsi di flussi di discorso relativi alla propria esperienza intima molto più efficaci e fluidi di quanto non accadrebbe usando le normali interviste faccia a faccia. L'uso del computer tuttavia, se risolve alcuni importanti problemi relativi alla rappresentazione di sè e alla difesa goffmaniana della propria immagine sociale, poste entrambe in secondo piano grazie all'anonimato, ne solleva degli altri non meno cruciali. Questi ultimi toccano questioni rilevanti di ordine sia metodologico (affidabilità, autenticità, verificabilità dei testi e dei dati ottenuti; procedure di inclusione ed esclusione di soggetti in relazione al mezzo usato etc.), sia etico (relazione intervistatore/intervistato, ruolo dell'anonimato, utilizzabilità a fini di ricerca dei testi e dei dati ottenuti etc.).
La ricerca si propone allora di valutare entro un bilancio costi-benefici tali effetti, applicandosi sopratutto all'ambito dell'intervista che comprende la narrazione di esperienze relative alla sessualità e alla definizione identitaria che vi soggiace (Plummer 1995; 2003). In tale contesto l'impiego di procedure e metodi che assicurano anonimato, fiducia e riconoscimento reciproco consente di ottenere risultati incomparabilmente più ampli e significativi di quelli che si potrebbero avere con i normali strumenti dell'indagine sociologica.