Progetti di ricerca

InOltre, la salute dell’imprenditore

Ambito disciplinare Psicologia Applicata

Tipologia finanziamento Istituzionale

Ente Finanziatore ALTRO ENTE (Finanziamenti da Altri Enti)

Data avvio: 11 June 2012

Data termine: 31 December 2018

Durata:

Importo: € 160.000,00 euro annui per DGR 980/2014 e 2085/2015, € 100.000,00 per il DGR 2280/2016

Partner: PARTECIPANTI: Regione Veneto, Ulss4 Alto vicentino, Dipartimento di Psicologia Applicata

Abstract:

Il Progetto è istituito dalla Regione Veneto (DGR 939 del 5/6/12) e affidato alla ULSS7 Pedemontana, che ha stipulato una convenzione con il Dipartimento FISPPA per l’attivazione e formazione degli operatori, loro coordinamento e supervisione scientifica.

Con DGR 1888/2013 viene definito il rinnovo del progetto con la ULSS7 Pedemontana come Livello Essenziale di Assistenza (LEA). Con DGR 980/2014 si approva la progettazione per il biennio 2014-2015 e con DGR 2085/2015 il Progetto viene rinnovato per il triennio 2016-2018.

Con DGR 2280/2016, viene stipulata una seconda convenzione per l’implementazione del Progetto rivolto al supporto ai risparmiatori coinvolti nella crisi bancaria.

Il progetto è attivo in primo luogo attraverso un Centro di Ascolto regionale (Numero Verde 800334343 attivo h24), che raccoglie le richieste da parte dei cittadini gestendo l’emergenza e l’eventuale urgenza della richiesta di sostegno. Si offre quindi consulenza sia attraverso il numero verde sia, in alcuni casi, attraverso l’affiancamento sul territorio in un percorso di consulenza a breve-medio termine.

In secondo luogo, il Progetto si pone come punto di riferimento per i servizi – pubblici e privati - attualmente già presenti sul territorio, attraverso la costruzione e la co-gestione di una rete che possa rispondere in modo sinergico alle richieste (siano queste di sostegno psicologico come anche consulenziale) poste dal cittadino, in un’ottica di implementazione dell’efficacia e dell’efficienza dei servizi stessi. Il progetto rappresenta dunque uno “snodo” all’interno dell’organizzazione dei servizi regionali che raccoglie le richieste dei cittadini, ne elabora l’esigenza, per poi costruire con i servizi del territorio una gestione condivisa.

Obiettivi: Il Progetto, con il primo mandato, si è posto l’obiettivo di offrire un sostegno agli imprenditori per gestire l’emergenza della richiesta di aiuto e indirizzare la persona alla rete dei servizi presenti sul territorio. A fronte di ciò, oltre all’attivazione del Numero Verde e del pool di operatori, il Progetto si è rivolto ai servizi del territorio (Camere di commercio, Province, Associazioni di categoria, Caritas, Associazioni, etc) per strutturare delle Reti in grado di gestire la globalità delle problematiche portate. Nel corso dei successivi mandati, il progetto si è costituito come laboratorio dedicato all’implementazione della ricerca sperimentale sulle esigenze comunitarie e sulle possibili modalità di risposta da parte dell’architettura dei servizi, rilevando la necessità di uno sviluppo metodologico rispetto alla gestione delle diverse situazioni riportate come critiche dai cittadini. La ricerca/intervento sta esitando in un vero e proprio servizio che consente la creazione di una rete dinamica tra i servizi e i cittadini (ad oggi non solo imprenditori, ma anche risparmiatori e azionisti che stanno fronteggiando i mutamenti delle Banche Popolari Venete).

Piano delle attività: - Implementazione della ricerca relativa alle modalità di gestione delle interazioni con i cittadini che si rivolgono alla piattaforma del progetto (numero verde e sito internet) e/o con i quali si attiva un percorso consulenziale di incontri dei visu sul territorio; - Implementazione della ricerca relativa alle modalità di strutturazione, coordinamento e monitoraggio della Rete territoriale con i Servizi; - Implementazione della ricerca relativa alla strutturazione, organizzazione e pianificazione interna del progetto per la gestione delle emergenze; - Implementazione della ricerca relativa alla promozione e diffusione di prassi volte alla gestione della crisi economica e bancaria, sia per i servizi che per i cittadini, attraverso l’organizzazione di workshop, seminari e incontri e all’anticipazione delle ricadute di questi sul territorio, in riferimento agli obiettivi del Progetto.

Risultati: Dal 2012 al 31/12/2016 sono state ricevute 3325 chiamate al numero verde, di cui - dal 19/12/2015 al 31/12/2016 - 132 da parte dei risparmiatori. Sono stati seguiti sul territorio 490 cittadini: 148 della provincia di Vicenza, 132 della provincia di Padova, 88 della provincia di Treviso, 64 della provincia di Venezia, 36 della provincia di Verona e 19 della provincia di Rovigo. Nel 2014 è stata strutturata la Rete di Vicenza composta da tutte le associazioni di categoria e della Caritas Diocesana; Nel 2017 si formalizzerà una similare Rete a Treviso. Nel 2015 è stato realizzato un percorso formativo e di coordinamento con tutti i Comandi Provinciali dell’Arma dei Carabinieri della Regione Veneto. Nel 2016 è stata realizzata una rete informale con i Sindacati, le Associazioni di consumatori di Vicenza e con molteplici associazioni di risparmiatori sul territorio regionale. In generale, le istituzioni, i servizi e le risorse del territorio vengono coinvolti nel 51% delle consulenze territoriali attivate.