Progetti di ricerca

Geolocalizziamo la Grande Guerra – dalle classi alle mediateche: “Percorsi filmici e fotografici lungo il fronte italiano”

Tipologia finanziamento Istituzionale

Ambito disciplinare Pedagogia

Ente Finanziatore REGIONE - Regione Veneto

Data avvio: 1 January 2013

Data termine: 31 December 2014

Importo: € 15.000,00

Abstract:

Il progetto approvato dalla Regione del Veneto, Ass. Cultura, dal titolo “Geolocalizziamo la Grande Guerra” propone agli studenti delle scuole superiori un laboratorio di “costruzione della memoria” attraverso documenti e materiali fra i più eterogenei da condividere poi su una mappa virtuale dei luoghi in cui si combatterono le fasi più cruente della I Guerra Mondiale sul fronte veneto. Fra questi, accanto a documenti storici e opere letterarie, uno spazio consistente acquistano i documenti fotografici e cinematografici: la Grande Guerra è infatti il primo conflitto in cui le potenzialità del mezzo cinematografico e fotografico vengono dispiegate su vasta scala, sistematicamente e secondo modalità in precedenza sconosciute. Fondamentale è infatti il ruolo delle immagini fisse e in movimento, di finzione e documentarie, tanto nelle dinamiche di censura, propaganda e spettacolo nel corso della guerra, quanto nel lavoro di rielaborazione narrativa e memoriale nei quasi cento anni successivi.

La grande mole di materiali documentali e finzionali sull’argomento suggerisce la possibilità di diffondere oltre l’aula scolastica la visione di questi materiali (molti dei quali provenienti da recenti e inediti ritrovamenti d’archivio), opportunamente selezionati, a costituire una serie di “Programmi di sala” alla maniera degli anni 10 del ‘900 durante i quali presentare foto e riprese dell’epoca sui campi di battaglia, film o brani di film sulla I Guerra Mondiale sul fronte italiano, l’immancabile comica finale. “Reportage”, eroismo e retorica patriottica, la forza dissacrante della gag a introdurre, raccontare, testimoniare, far riflettere sugli eventi che sconvolsero i nostri territori cent’anni orsono.

Gli incontri verrebbero organizzati e condotti da ricercatori dell’Università di Padova, da esperti esterni e di altre università, in collaborazione con la Cineteca del Friuli con la quale da anni è attiva una convenzione con la Scuola di Dottorato in Beni Culturali dell’Ateneo patavino.

Vista la tipologia di materiali proposti e l’intento divulgativo, nonché la volontà di portare questi incontri in diverse località del Veneto, il luogo ideale per ospitare questa iniziativa ci sembra essere la rete delle Mediateche del Veneto, già luogo di conservazione e memoria del territorio.

Dati i diversi partner ed enti in essa necessariamente implicati, la presente proposta richiederà di essere sviluppata, anche per gli aspetti organizzativi ecc., in accordo con la Regione.