Personale docente

Raffaela Gabriella Rizzo

E-mail: raffaelagabriella.rizzo@unipd.it

Dottore di Ricerca in Geomatica e SIT. Ha l’abilitazione Scientifica Nazionale in Geografia, II fascia. Svolge attività di ricerca in Geografia del Turismo; Geografia, Paesaggio e Agricoltura; Geografia e Land use/Cover Change. Collabora ora con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, sedi di Milano e Brescia. Attiva in progetti di ricerca nazionali/internazionali con università ed enti di ricerca e a livello di didattica. Effettua attività di formazione presso Fondazioni e Associazioni Culturali varie. Autrice di una settantina di pubblicazioni scientifiche è membro del Comitato Scientifico dell’Associazione Italiana di Cartografia e della redazione del Bollettino AIC.

------------

She holds a PhD in Geomatics and GIS. In 2014 she obtained the national qualification as Associate Professor in Geography. She conducts research in Tourism Geography; Human Geography (focusing on Landscape and Agriculture and Land Use / Cover Changes). She now collaborates with the Università Cattolica del Sacro Cuore (in Milan and Brescia). She has worked under several national/international research projects with universities and research oriented institution, and lectured in universities. Engaged in giving seminars and in training activities at various foundations and cultural associations, she authored about seventy scientific publications. She is a member of the Scientific Committee of the Italian Association of Cartography

2016
1. RIZZO R.G., RIZZO L.S. (2016), “Religious heritage in Italy: websites and geolocalization. A new appraisal” Bollettino dell’Associazione Italiana di Cartografia.

2015
2. RIZZO R.G. (2015), “Dalla cartografia storica alle reti tecnologiche: l'acqua per usi domestici. L'acquedotto della città di Verona (fine 1800-2010)”, in E. Dai Prà, Approcci geostorici e governo del territorio: Alpi Orientali, Franco Angeli, Milano, pp. 112-121, ISBN: 9788820419554.
3. RIZZO R.G., Lucarno G., Scaratti G.P. (2015), “Is there a link between landscape degradation and the construction of large-scale infrastructures? Case studies along the Milan-Brescia railway line, part of the 5th trans-European Corridor”, in Castiglioni E., Parascandolo F., Tanca M., Landascape as a mediator, landscape as a common. Prospettive internazionali di ricerca sul paesaggio, CLEUP, Padova, pp. 115-129, ISBN: 9788867872848 (articolo modificato rispetto al n. 51).
4. Rizzo L.S., RIZZO R.G., Smerghetto F. (2015), “Artificializzazione del suolo e problematiche urbano-rurali (in aree fortemente vocate a viticoltura)”, in M.G. Lucia, Lazzarini P. (a cura di.), La terra che calpesto. Per una nuova alleanza con la nostra sfera esistenziale e materiale, Franco Angeli, Milano, pp. 209-233, ISBN: 9788891713070.
5. Rizzo L.S., RIZZO R.G., Smerghetto F. (2015), “Land use and Landscape changes. A methodological proposal for the creation of sustainable cultural tourism itineraries”, in M. Luc, J. Szmanda, U. Somorowska (eds.), Landscape Analysis and Planning. Geographical Perspectives, Springer Geography – Springer International Publishing, Switzerland, ISBN: 978-3-319-13526-7, DOI: 10.1007/978-3-319-13527-4_2, http://link.springer.com/book/10.1007%2F978-3-319-13527-4.

2014

6. RIZZO R.G. (2014) (referato dal coordinatore del Gruppo di Lavoro AGeI), “Wellness, acqua termale, recreation and tourism. La Valpolicella: un esempio di area con risorse integrate e integrabili.”, GEOTEMA, pp. 128-137, ISSN: 1126-7798 [rivista di fascia A per il settore concorsuale “11/B1 Geografia”].
8. Vassena G., Chiamone T., Rizzo L.S., RIZZO R.G., Tizzani P. (2014), “Tecniche di rilievo 3D in territori complessi con zone ad elevato rischio idrogeologico. Condivisione in rete di dataset ad alta risoluzione (derivati da dati LiDAR)”, BOLLETTINO DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DI CARTOGRAFIA, vol. 149/2013, pp. 191-204, ISSN: 0044-9733.
9. Rizzo L.S., RIZZO R.G., Tizzani P. (2014), “Dinamiche d’uso del suolo, sprawl e integrità ecologica. Un’applicazione al Veneto e alle aree Natura 2000”, BOLLETTINO DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DI CARTOGRAFIA, vol. 149/2013, pp. 129-149, ISSN: 0044-9733 [rivista di fascia A per il settore concorsuale “11/B1 Geografia”].
10. Rizzo L.S., RIZZO R.G., Tizzani P. (2014), “The impact of anthropogenic land use changes on the ecological quality of (selected) areas in Northern Italy”, in I. Bičík, Y. Himiyama, J. Feranec, L. Kupková (eds.), Land use – Land Cover changes in Selected Regions in the World, International Geographical Union Commission on Land Use and Land Cover Change (IGU-LUCC), Charles University in Prague, Faculty of Science, Czechia – Institute of Geography, Hokkaido Univeristy of Education, Asahikawa, Japan vol. IX, pp. 19-32, ISBN: 9784907651107.

Download Pubblicazioni_Rizzo.pdf

1) Geografia del turismo, turismo sostenibile: Dal 2004 sono coinvolta in ricerche inerenti la Geografia del Turismo da diversi punti di vista:
- Geografia del Turismo collegata alla promozione di territori ricchi di cultural heritage (urbano, in contesti rurali e in contesti terracquei);
- Geografia del Turismo inerente il cosiddetto Special Interest Tourism (es. turismo dei siti religiosi minori) e i Sistemi Turistici Tematici (in particolare con studi sul termalismo nella Regione Veneto);
- Geografia del Turismo e di ICT con la creazione e implementazione di GIS ( basati su itinerari multi-tematici;
- Geografia del Turismo letta attraverso la promozione di eventi
2) Geografia e Cambiamenti Territoriali (e del Land Use and Land Cover): Negli ultimi quattro anni sono stata coinvolta in attività di ricerca inerente il consumo di suolo e il cambiamento dell’uso de suolo in relazione al fenomeno dell’artificializzazione dei territori che porta alla frammentazione paesaggistica. Ho analizzato il fenomeno con particolare attenzione alla conservazione (spesso non raggiunta) del patrimonio culturale e dei siti naturali, anche in relazione alla problematica del rischio idrogeologico.
3) Geografia, Paesaggio e Agricoltura, Paesaggi di bonifica: Svolgo lavoro di ricerca nei campi della Geografia del Paesaggio e della Geografia e Agricoltura, studiando lo sviluppo dei cambiamenti dei paesaggi e delle aree rurali (specialmente quelli coltivati a vite) prestando attenzione alle linee guida date dalla Convenzione Europea del Paesaggio e dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio.
Di recente ho analizzato il particolare ambito della relazione tra il paesaggio e il sacro.