Personale docente

Gabriele Tomasi

Professore associato confermato

M-FIL/04

Indirizzo: PIAZZA CAPITANIATO, 3 - PALAZZO DEL CAPITANIO - PADOVA . . .

Telefono: 0498273767

Fax: 049 827 4719

E-mail: gabriele.tomasi@unipd.it

  • Il Mercoledi' dalle 11:30 alle 13:15
    presso Studio del docente
    Eventuali cambiamenti saranno segnalati alla voce "Avvisi e altre informazioni"

Laurea (1981), Perfezionamento (1985) e Dottorato di Ricerca (1991) in Filosofia presso l’Università degli Studi di Padova con soggiorni di studio presso le Università di Münster e
Marburg.
Fino al 1995 insegnante prima di Italiano, Storia, Ed. Civica e Geografia nella Scuola Media e poi di Filosofia e Storia nei Licei.
Dal 1995 Ricercatore e dal 2002 Professore Associato di Estetica presso la (ex) Facoltà di Lettere e Filosofia ora Scuola di Scienze Umane, Sociali e del Patrimonio Culturale (Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata) dell'Università degli Studi di
Padova.
Visiting Research Fellow presso il Dipartimento di Filosofia
dell'Università di Durham (ottobre-dicembre 2007).
Membro del Collegio dei Docenti della Scuola di Dottorato di Ricerca in Filosofia dell'Università
di Padova.
Membro della Società Italiana di Studi Kantiani e della Società
Italiana di Estetica.

Elenco delle pubblicazioni più recenti


Arte, in: Filosofia classica tedesca: le parole chiave, L. Illetterati, P. Giuspoli (a cura di), Carocci, Roma 2016, pp. 393-426.

God, the Highest Good, and the Rationality of Faith: Reflections on Kant’s Moral Proof of the Existence of God, in: The Highest Good in Kant’s Philosophy, T. Höwing (ed. by), De Gruyter, Berlin 2016, pp. 111-129.

Self-knowledge as religious experience. On an aspect of Kant’s conception of the vocation of human beings, Anuario Filosófico, 48 (2015), pp. 515-541.

Hume e il piacere della tragedia, in: Il limite e l’infinito. Studi in onore di Antonio Moretto, a cura di G. Erle, CLUEB (ArchetipoLibri), Bologna 2013, pp. 103-119.

Hume e i puzzle del «vero giudice delle arti più belle», in: P. D’Angelo, E. Franzini, G. Lombardo e S. Tedesco (a cura di), Costellazioni estetiche. Dalla storia alla neoestetica. Studi in onore di Luigi Russo, Guerini e Associati, Milano 2013, pp. 421-430.

Arte ed etica nel primo Wittgenstein, in: E. Caldarola, D. Quattrocchi, G. Tomasi (a cura di), Wittgenstein, l’estetica e le arti, Carocci, Roma 2013, pp. 37-61.

Kant on the Reality of Beauty, in: S. Bacin, A. Ferrarin, C. La Rocca, M. Ruffing (eds.), Kant und die Philosophie in weltbürgerlichen Absicht, Akten des XI. Kant-Kongresses 2010-Kant and Philosophy in a Cosmopolitan Sense/Proceedings of the Eleventh International Kant Congress, De Gruyter, Berlin 2013, pp. 287-300.

Wittgenstein on "Beautiful" and "The Beautiful", Aisthesis, 6 (2013), pp. 115-137.

Schiller, Kant e l'oggettività della bellezza, in: A. Siani, G. Tomasi (a cura di), Schiller lettore di Kant, ETS, Pisa 2013, pp. 67-89.

Wittgenstein on Life, Art, and the "Right Perspective", in: J. G. F. Rothhaupt und W. Vossenkuhl (Hrsg.), Kulturen und Werte. Wittgensteins Kringel-Buch als Initialtext, De Gruyter, Berlin 2013, pp. 355-378.

Gefuehl und Erkenntnis in Kants Konzeption der aesthetischen Erfahrung, in: A. Falduto, C. Kolisang, G. Rivero (Hrsg.), Metaphysik, Aesthetik, Ethik. Beitraege zur Interpretation der Philosophie Kants, Koenigshausen & Neumann, Würzburg 2012, pp. 155-185.

On wines as works of art, “Rivista di estetica”, 51 (2012), pp. 155-174.

On the Spontaneity of Jazz Improvisation, in: M. Santi (ed.), Improvisation: Between Technique and Spontaneity, Cambridge Scholars Publishing, Newcastle 2010, pp. 77-102.

Ineffabilità. Logica, etica, senso del mondo nel “Tractatus” di Wittgenstein, ETS, Pisa 2006.

Download Pubblicazioni_Tomasi.pdf

Kant, l'estetica kantiana e la filosofia dell'arte nell'idealismo tedesco. Wittgenstein e l'estetica. Estetica analitica.

Attenzione! Mercoledì 8/11 il ricevimento è sospeso per l'appello riservato a laureandi e fuori corso.
Mercoledì 1 è giorno festivo. Ci sarà un ricevimento giovedì 2 dalle 16.30 alle 17.30; poi si va a mercoledì 15.11 alle 15.30 (in mattinata c'è l'assemblea studenti-docenti).